Perché sgomitare per raccogliere solo briciole?



Scrivi per te una trama diversa

Tornando a quanto abbiamo visto finora, perché quindi seguire un sentiero sovraffollato quando ti accorgi che fai solo tanta fatica senza arrivare concretamente in nessun luogo dove vorresti veramente andare?

Perché metterti in coda verso un traguardo che probabilmente hai scelto in modo condizionato e non intravedi nemmeno troppo bene talmente è lunga la fila e la segnaletica è confusa? 

Se con un occhio tieni costantemente controllata la fila per rimanere allineato e coperto e con l'altro guardi fisso a terra, pronto a sgomitare, per poter raccogliere solo qualche briciola caduta a chi ti ha preceduto, hai ben poche possibilità di capire se quel sentiero porta davvero nel luogo che vuoi raggiungere.
Ti ritroverai così a raccogliere davvero solo poche briciole, ammesso che ce ne siano ancora quando toccherà a te raccoglierle.

Ma se trovi il coraggio di disegnare quel pezzo di sentiero che ti porti allo scoperto fuori dalla fila, potrai riuscire a guardarti intorno a 360° e capire dove disegnare altri sentieri e in che direzione permettere loro di svilupparsi.

Se hai deciso di essere tu l’eroe, il tuo copione, la trama della tua commedia può e deve essere diversa, solo così la tua ricompensa sarà diversa.
Strada facendo, la scena si arricchirà così piano piano di particolari, nuovi colori e sfumature. Il tuo copione personale inizierà a diventare più accattivante e ogni scena sarà unica, coinvolgente, insostituibile.

Visualizza allora chi vuoi essere e quale vuoi che sia la tua storia, fallo tenendo conto di chi sei, dei tuoi valori, dei tuoi talenti e delle tue passioni. Solo tu puoi mettere mano al tuo copione, esserne il regista e recitare il ruolo da protagonista principale per vivere fino in fondo la tua storia.
Qual è il rischio? Di non riuscire a recitare un ruolo perfetto e senza sbavature?
Siccome può succedere, prova a pensare a quale può essere il rischio di non provarci.
Se pensi però che vada bene così, se sei contento della vita che stai vivendo e di quello che stai raccogliendo, puoi evitare di proseguire la lettura.


Se, al contrario, non lo sei o non lo sei fino in fondo, lascia perdere ogni preoccupazione compresa la paura per il giudizio degli altri. Qualora siano sul pezzo, e non è detto che lo siano davvero, sono sicuramente concentrati su un’altra trama.
Le tue scelte potrebbero anche non essere capite dalle persone che ti circondano e che dicono di volerti bene. Potrebbero sfuggire loro molte sfumature riguardanti le tue vere motivazioni. Potrebbe apparire loro strano il vederti mettere in discussione situazioni consolidate e fare cose che gli altri solitamente non fanno. Potrebbero cercare di proteggerti dal pericolo di strade che loro non conoscono catapultando su di te tutte le loro paure.
Potrebbero anche vivere la tua ostinazione ad andare avanti come un tradimento o una mancanza d’amore nei loro confronti.
Potrebbero persino arrivare ad emarginarti, almeno inizialmente.
Le persone a volte tendono a punire chi fa cose a loro incomprensibili.


Se senti però che quello è il tuo sentiero devi imboccarlo in modo convinto, ad ogni costo, anche rischiando di risultare stravagante o impopolare.
Perdona chi non capisce, magari la sua mappa mentale, spesso poco aggiornata, non glielo consente. Pazienza, lasciagli la possibilità di osservarti e di cambiare idea con il passare del tempo.
Se lo farai, troverai sicuramente qualche scena difficile da interpretare. Potresti imbatterti in qualche boschina particolarmente ostica da affrontare, nella quale filtrerà poca luce e con qualche corso d’acqua difficile da attraversare. Sentirai allora riecheggiare, nell’ombra, qualche “te l’avevo detto“ di troppo ma se è chiara la tua visione e hai fiducia in te e nel tuo disegno, man mano che percorrerai quel sentiero, i tuoi occhi impareranno a vedere sempre meglio e tutto ti sembrerà più chiaro e semplice. Riuscirai a riconoscere gli ostacoli, a superarli o aggirarli.


Una boschina dopo l’altra la tua storia diventerà una serie di piccole o grandi vittorie e di qualche ammaccatura rimediata qua e la.
Una scena dopo l’altra il tuo copione prenderà corpo e ti ritroverai alla grotta per ritirare la ricompensa che meriti. Li magari scoprirai che, qualsiasi sia questa ricompensa, probabilmente sarà quasi irrilevante rispetto alla persona che sarai diventata nel tragitto per arrivare fin li. Ti renderai magari conto che proprio quella è la vera ricompensa.


Sarai così pronto per ripartire con il desiderio di rimetterti in gioco con la consapevolezza di essere diventato una persona migliore.
Saprai allora assaporare e godere del gusto di ogni sfida, consapevole del fatto che la potrai vincere e quindi niente ti farà paura.


Del resto al tuo scenario avevi tolto la cornice proprio perché il tuo sentiero si potesse sviluppare all’infinito.
La tua diventerà allora una storia che saprà farsi ricordare e saranno in tanti, più meno apertamente, a credere in te, ad ammirarti e a tentare di seguire le tue impronte.
Figurati che persone così “gli altri“ le chiamano leader.

 

Lo faresti un viaggio con me?

Leggi il mio libro:

Viaggio a Youcando, il Covo del Possibile

Tu, la tua creatività, i tuoi talenti, la tua energia, farete grandi cose insieme

 

P.S. : Alla fine di questo nostro viaggio potresti non essere più la stessa persona: avvisa casa :-)



2-10
2017

0


Lascia un commento

Inserisci la tua mail*

Il tuo Nome e Cognome*

Scrivi il tuo commento





Copyright © 2020. Sensi di Benessere è un progetto La Centrale srl    Partita IVA 01360790339      Termini eCondizioni -       Informativa sulla privacy